Ionoforesi

Il Farmaco Sottocute

Cosa può aiutare a curare la Ionoforesi?


    Artrosi
    Traumi Distorsivi


    Lesioni Muscolari


    Quadri Infiammatori

Partners

Il piacere di esser sempre supportati da grandi collaborazioni, passate, presenti e future.

Federazione Italiana Vela Logo


Olimpiadi Londra


Olimpiadi Londra


Olimpiadi Londra


Olimpiadi Londra


Che cos'è la Ionoforesi?

Benefici e Descrizione


La ionoforesi è un elettroterapia a basso voltaggio, frequenza e intensità che sfrutta una corrente unidirezionale per far penetrare un farmaco.
E’ costituita da un apparecchio dotato con due o quattro elettrodi che hanno una polarità positiva e negativa.
Questi elettrodi, nell’applicazione pratica debbono essere rivestiti da spugne bagnate.
Il farmaco viene e applicato in base alla sua polarità o sul polo positivo o su quello negativo quindi gli elettrodi vengono applicati in modo corretto sulla parte da trattare.
Non è dolorosa: questo tipo di trattamento può al massimo causare un leggero formicolio dovuto al passaggio della micro-corrente.

A cosa serve la Terapia Ionoforesi?

Attraverso una corrente elettrica a bassissima frequenza, gli ioni presenti all’interno del principio attivo del medicinale penetrano nella cute nel punto interessato.
Questo sistema permette così al medicinale di entrare in circolo senza dolorose iniezioni o senza l’assunzione orale, rendendo al contempo l'azione farmacologica efficace.
Il farmaco, nella ionoforesi, arriva principalmente nella zona interessata riducendo al massimo gli effetti collaterali di somministrazione orale o intramuscolare, quindi salvaguardando l'apparato digerente e il fegato.
Una seduta deve durare dai 30 ai 40 minuti.Questo perchè, nei primi 10 minuti non c'è ancora la permeabilità dei tessuti e penetrano solo gli ioni parassiti, ovvero "le sostanze impure che sono sulle spugnette" .
Le sedute devono essere ripetute per almeno 10 volte per avere efficacia.